Missione compiuta: 6 gol alla Mirafin e qualificazione in Final Four

Rocha autore del sesto gol contro la Mirafin

I nerazzurri per la prima volta entrano alle finali di Coppa della Divisione

Missione compiuta. L’Acqua&Sapone Unigross passa al PalaLavinium di Pomezia contro la Mirafin (0-6) e conquista un posto nella Final Four di Coppa della Divisione, in programma a fine aprile.

I nerazzurri partono con Mammarella, Murilo, Jonas, Jesulito e Gui nel quintetto iniziale. Mancano Dudu, Avelino, Coco e Calderolli, ma Bellarte può contare anche su Fabinho. I laziali giocano con il miglior quintetto possibile e tengono botta per quattordici minuti, poi il sinistro di Murilo spacca la partita e mette in discesa la serata dei suoi. Il raddoppio di Jonas, a 3’ dall’intervallo, segna definitivamente il match. Lo stesso genio di Blumenau firma la doppietta ad inizio ripresa (2’28’’). Da lì è solo conto alla rovescia verso la sirena finale, con il poker di Jesulito e le soddisfazioni tanto attese da Fabinho (al primo gol con la maglia nerazzurra) e Rocha, che bissa dopo aver segnato nel turno precedente.

Obiettivo raggiunto, per la prima volta dopo tre anni la squadra del presidente Barbarossa proverà ad alzare al cielo la Coppa della Divisione.

MIRAFIN – ACQUA&SAPONE UNIGROSS 0-6 (p.t. 0-2)

MIRAFIN: Mazzucca, Mauriello, Bezerra, Moreira, Gioia, Paniccia, Teixeira, Priori, Castellana, Rocchi, Fratini, Benasciuti. All. Mirra.

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Mammarella, Patricelli, Liviero, Murilo, Jesulito, Gui, Mambella, Fior, Jonas, Nicolodi, Rocha, Fabinho. All. Bellarte.

ARBITRI: Brischetto di Acireale, Minichini di Ercolano, crono Ribaudo di Roma2.

MARCATORI: nel p.t. 13’37’’ Murilo (A), 16’38’’ Jonas (A); nel s.t. 2’28’’ Jonas (A), 11’02’’ Jesulito (A), 17’21’’ Fabinho (A), 19’58’’ Rocha (A).

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.