AcquaeSapone Unigross, arrivano i gol per Bellarte: ecco il pivot Gui

Il nuovo acquisto Gui con l'a.d. Colatriano

Ufficiale l’acquisto del vice capocannoniere della Liga portoghese: “Pronto per questa sfida”

La società AcquaeSapone Unigross comunica di aver acquisito le prestazioni sportive dell’atleta Guilherme Gaio “Gui”, 27 anni, brasiliano nato a Campo Bonito il 4 novembre del 1991.

Gui è un pivot con innato fiuto del gol: i numeri parlano per il quarto rinforzo assicurato dalla famiglia Barbarossa a coach Bellarte. Nella passata stagione, il brasiliano è stato il vice capocannoniere della Liga Sport Zone, la serie A portoghese, con la maglia del Fundao: 39 gol in 34 partite per il bomber. Nel torneo precedente, sempre con il club lusitano, aveva segnato 16 gol in poco più di venti partite. In precedenza, Guilherme Gaio aveva vestito le maglie di Foz Cataratas e Toledo, in Brasile, e aveva vissuto un’esperienza in Iran.

Con la maglia nerazzurra numero 11, Gui giocherà per la prima volta nella serie A italiana. A quasi 28 anni, il pivot è sicuro di sé e della scelta fatta. “Ho giocato assieme ad un ex dell’AcquaeSapone, Canabarro, e lui mi ha parlato benissimo del club, dello staff e dell’ambiente. Quando è arrivata la chiamata, ho detto sì immediatamente, anche se c’era in ballo un’offerta dalla Russia. Ma volevo confrontarmi con il futsal italiano: in Brasile e in Portogallo è molto seguito, un campionato che non ha segreti all’estero. Le differenze con la Liga portoghese? Più o meno sono sullo stesso livello. Rispetto al Brasile, invece, c’è più forza fisica, ma sono ugualmente competitivi. Ho pensato che sarebbe stato il massimo giocare qui e vivere con mia moglie in un posto bello come questo”, ha detto ieri in sede il nuovo giocatore nerazzurro, mentre riceveva la sua prima maglia e osservava i trofei conquistati in questi anni dalla società.

Si è sposato esattamente una settimana fa, ma dopo pochi giorni si è imbarcato per l’Italia assieme alla moglie Carla: “Non vedevo l’ora di arrivare, sistemarmi e conoscere bene l’ambiente prima di cominciare gli allenamenti. Diciamo che sto passando la luna di miele a Città Sant’Angelo… (ride, ndc) Sono abituato a non fermarmi: anche in passato ho saltato le vacanze per essere pronto ad ogni cambio di club”, racconta Gui, che si allena già in palestra da alcuni giorni.

Meticoloso all’estremo, il nuovo pivot dell’AcquaeSapone ha parlato con Bellarte e anche con capitan Murilo: “Con il mister ho parlato a lungo prima di firmare, mi ha detto che lavoreremo molto, ma mi fido di lui e sono sicuro che sarà una stagione positiva per noi. Ho parlato anche Murilo in queste settimane, so che lui qui è una bandiera, un simbolo: le sue parole mi hanno spinto ancora di più a dire sì”.

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.