Acqua&Sapone Unigross, giorni di attesa: “Speriamo di poter concludere la stagione”

Il presidente Nando Barbarossa

Parla il presidente Barbarossa: “Noi e altri quattro club favorevoli alla ripresa se la situazione migliorerà entro maggio”

La speranza dell’Acqua&Sapone Unigross è quella di ritrovarsi presto sul parquet per una partita di futsal. Significherebbe aver superato la grave emergenza sanitaria causata dall’epidemia di Covid-19 ed essere tornati alla normalità. Al momento, la serie A è ferma, i campionati giovanili pure e i giocatori nerazzurri stanno seguendo le regole restando in casa, a Città Sant’Angelo, lavorando su schede di lavoro atletico preparate dal prof Paolo Aiello. “La squadra è qui con noi – ha detto il presidente Nando Barbarossa – , solo qualche ragazzo ci ha chiesto di poter rientrare in Brasile dalla famiglia e ha avuto il nostro permesso. Ma torneranno tutti se il campionato ripartirà a maggio”.

Nessuna ipotesi azzardata da parte del presidente nerazzurro, ma tanta prudenza e attesa di una schiarita per l’Italia, non solo per il mondo del calcio a cinque. “Aspettiamo almeno altri venti giorni, poi capiremo quali sono gli scenari nazionali, sperando che la situazione migliori, e quali sono le reali possibilità di poter ricominciare a giocare. Noi, assieme ad altre quattro società di serie A, ci siamo espressi a favore dell’ipotesi di concludere regolarmente la stagione. Se poi non ci saranno le condizioni, sarà la Lnd a dirci cosa fare. Non possiamo essere noi a fare ipotesi”.

Quale messaggio si sente di dare il presidente Barbarossa agli appassionati di futsal e ai tifosi nerazzurri? “Dobbiamo avere fiducia, ascoltare e seguire le direttive del governo e delle autorità sanitarie, e stare a casa. Sono sicuro che ce la faremo a vincere questa difficile partita”.

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.