Recupero record per Lukaian: il pivot operato al ginocchio torna a disposizione dopo 4 mesi

La società AcquaeSapone Unigross comunica il ritorno all’attività agonistica del proprio giocatore Lukaian Baptista, 35 anni, pivot brasiliano, reduce da un intervento chirurgico al ginocchio lo scorso 16 giugno.

Recupero anticipato per Lukaian, che ha subito nei play-off della passata stagione la lesione del legamento crociato anteriore e del menisco esterno del ginocchio destro.

L’intervento al quale è stato sottoposto è stato di ricostruzione artroscopica con dstg e meniscectomia selettiva esterna. A operare il giocatore nerazzurro all’ospedale clinicizzato di Chieti è stato il professor Vincenzo Salini, ordinario in malattie dell’apparato locomotore all’Università d’Annunzio di Chieti.

Il recupero del pivot era stimato, come da prassi per la tipologia d’infortunio, tra i 5 e i 7 mesi.

Lukaian, grazie all’ottima riuscita dell’intervento e al protocollo di riabilitazione e recupero svolto in parte in Brasile e in parte con il dottor Iannacone, il fisioterapista brasiliano Wilson Junior, quello nerazzurro Ulisse e il prof Paolo Aiello (grazie per la disponibilità anche al partner palestra Sportvillage di Città Sant’Angelo), ha recuperato a pieno regime in 4 mesi e due settimane.

“Ci tengo a ringraziare tutto lo staff che mi ha supportato in questi mesi per aiutarmi a recuperare rapidamente – ha detto Lukaian – , e soprattutto il fisioterapista Wilson Junior, che mi è stato vicino subito dopo l’intervento, durante l’estate, quando ho iniziato la riabilitazione in Brasile, prima di tornare in Italia. E’ stato fondamentale”.

Grande soddisfazione della società nerazzurra e dello staff tecnico per l’importante ritorno sul parquet della “Bestia” Lukaian: coach Pérez potrebbe convocarlo già per la trasferta di sabato pomeriggio a Napoli, visto che da oggi il giocatore è abilitato nuovamente all’attività agonistica.

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.