AcquaeSapone Unigross ok al Memorial “Antonio Bellini”: battute Imolese e Civitella

L'ad Colatriano e il ds D'Egidio con il figlio e il fratello di Antonio Bellini

L’AcquaeSapone Unigross onora la memoria di Antonio Bellini vincendo il triangolare con Kaos Imolese e Civitella Colormax. Il primo derby abruzzese, che anticipa quello di serie A in programma il prossimo 27 settembre al PalaSantaFilomena per la prima di serie A. La serata è iniziata con il toccante ricordo di Bellini: l’ad Colatriano e il ds D’Egidio hanno donato al fratello e al figlio del dirigente ascolano una maglia celebrativa con le coccarde di scudetto e Coppa Italia.

AeS Unigross – Kaos Imolese 3-0

Murilo al volo di destro dopo soli 35’’ poi Lima a metà tempo. Il sigillo di Bertoni con un gran sinistro all’incrocio dopo 13’. Finisce 3 a 0 la prima gara contro il Kaos Imolese.

Pérez cerca intensità sia dai vecchi che dai nuovi. Restano a riposo Jonas, Casassa e Lupinetti, per acciacchi tipici del precampionato, mentre Lukaian sarà aggregato alla squadra nei prossimi giorni dopo un lavoro di recupero svolto in Brasile.

Il gol in apertura marca subito il territorio, ma il Kaos Imolese è tutto fuorché una matricola della B: il blocco IC Futsal con Juninho, Vignoli e Castagna, abbinato ai giovani ex Kaos, è un buon mix di qualità ed esperienza. I ragazzi di Pérez devono quindi tenere in pugno la gara senza cullarsi troppo, anche perché al primo pallone perso rischiano sul sinistro di Gabriel solo davanti a Mammarella.

E’ partita vera, tanto che nel finale i nerazzurri arrivano al quinto fallo e devono gestire gli ultimi 4’. L’Imolese conquista il tiro libero a 3’ dalla sirena, ma Gabriel lo sbaglia. Sulla ripartenza, Iervolino offre ad Avellino la palla del poker: numero dell’argentino, bella parata di Paciaroni.

AeS Unigross – Civitella Colormax 4-1

Il derby di serie A anticipato è la finale del Memorial Bellini. La squadra di Pérez riprende da dove aveva chiuso la prima gara: dopo 1’27’’ capitan Murilo firma il vantaggio contro i cugini. Tra i pali va Luan Fiuza al posto di Mammarella, subito prezioso su Titon. Al 4’ sinistro velenoso di Curri fuori di poco. Partita in equilibrio fino a quando Horvat non inciampa sul pallone al limite dell’area e consegna ad Avellino la palla del raddoppio (6’). All’8’ De Oliveira fa tris, due minuti dopo tocca ancora a Bertoni con un destro all’incrocio: 4-0. Il Civitella approfitta di un pallone perso da Calderolli al limite: Jelavic segna un bel gol per il 4-1. Nel finale, spazio al giovane portiere Fior e a Casciano in campo, poi a Trabucco e Iervolino. Il palo di Avellino ultima emozione del torneo.

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.