I nerazzurri tornano in vantaggio nella serie: colpo a Scafati contro il Napoli

Calderolli autore di un gol a Scafati

Gara3: avanti i partenopei con Jesulito, poi reazione di carattere dei nerazzurri

Prova di carattere e forza: l’AcquaeSapone Unigross espugna Scafati in gara3 e torna avanti nella serie. Vittoria per 2 a 4 in trasferta e adesso a gara4, domenica mattina alle 12:30, ancora su Sky, Pérez può chiudere la serie e volare in finale.

Primo tempo equilibrato nel punteggio, anche se le percentuali di possesso palla e tiri in porta parlano di un quasi dominio di Mammarella e compagni sul parquet. Prima chance di Lima al 1’: sfondamento centrale e tiro di punta forte, si salva Molitierno. Ancora occasione nerazzurra con Ercolessi che calcia da lontano e costringe il portiere a salvarsi con un piede.

Il Napoli, però, va in vantaggio a sorpresa, un gol fotocopia come quello di gara1: Jesulito solo davanti a Mammarella porta in vantaggio i padroni di casa.

La squadra di Marin si abbassa ad aspettare gli uomini di Pérez nella loro metà campo. Una scelta che non premia, perché dopo 7’ arriva il meritato pareggio, frutto di una reazione impetuosa: Lima serve a Calderolli, appena entrato, la palla del tap in da due passi per l’1 a 1.  

Subito vicina al raddoppio l’AeS: all’8’ ancora Calderolli, con l’esterno destro, viene fermato solo dal riflesso fenomenale di Molitierno in uscita. Ma in campo, a parte un altro lampo di Jesulito parato da Mammarella, ci sono solo i nerazzurri. Che ribaltano al 12’: Avellino inventa una traiettoria impossibile da destra verso il palo opposto. Botta dura per Napoli, che non riesce a contenere Calderolli e compagni, nonostante il time out di Marin. Passano pochi secondi, e De Oliveira firma il tris, servito da una suolata geniale di Calderolli.

Ripresa meno esplosiva, aperta da un rigore non fischiato su Lima, apparso piuttosto evidente dalle immagini tv. Poi Molitierno in versione superman su Cuzzolino. Scorrono velocissimi i minuti sul tabellone, Murilo e compagni si ritrovano anche con cinque falli (inspiegabili alcuni fischi) e devono soffrire. A 6’ dalla sirena, Jonas vicino al poker, ancora Molitierno reattivo sul cucchiaio del numero 20. Il Napoli gestisce più il pallone e cerca di avvicinarsi alla porta di Mammarella, esponendosi a qualche pericolosa ripartenza non concretizzata dai nerazzurri. Al 17’ Marin punta su Dimas portiere di movimento per l’ultimo assalto. Ma la concentrazione è alta e il poker è nell’aria. Arriva a 1’ dalla sirena con una ripartenza fulminea concretizzata da Lima. Tutti a Scafati per gara4. “Dopo il primo tempo di gara2, abbiamo reagito bene. Abbiamo creato tanto, ma siamo andati in svantaggio: è lo sport. Complimenti al Napoli che ha giocato una partita al nostro pari. Dopo la sconfitta di lunedì scorso, volevamo tutti tornare a giocare subito. Siamo contenti perché ci abbiamo messo un buon approccio, la giusta voglia e adesso dobbiamo continuare così”, ha detto Pérez su Sky a fine gara.

LOLLO CAFFE’ NAPOLI – ACQUAESAPONE UNIGROSS 2-4 (p.t. 2-3)

LOLLO CAFFE’ NAPOLI: Molitierno, De Luca, Duarte, Jesulito, Salas, Rubio, Jelovcic, Amirante, Dimas, Cesaroni, Mancha, Orefice, Bellobuono. All. Marin.

ACQUAESAPONE UNIGROSS: Mammarella, Ercolessi, Lima, Patricelli, Cuzzolino, Murilo, Calderolli, Lukaian, De Oliveira, Fiuza, Casassa, Coco Wellington, Avellino, Jonas. All. Pérez.

ARBITRI: Campi (Ciampino), Pani (Oristano), Micheli (Frosinone), crono Andolfo (Ercolano).

MARCATORI: nel p.t. 3’ Jesulito (N), 6’30’’ Calderolli (A), 11’38’’ Avellino (A), 12’05’’ De Oliveira (A), 16’03’’ De Luca (N); nel s.t. 18’48’’ Lima (A).

NOTE: ammoniti Coco Wellington (A), Salas (N), Duarte (N).

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.