Come te nessuno mai: AcquaeSapone Unigross, 4 a 1 al Napoli ed è storico Triplete

La festa con la Supercoppa italiana (foto Lattanzio)

La squadra del presidente Barbarossa vince la Supercoppa italiana dopo scudetto e Coppa Italia: 2018 leggendario

AcquaeSapone Unigross nella storia: la squadra della famiglia Barbarossa vince la Supercoppa italiana che si aggiunge a Scudetto e Coppa Italia e completa un triplete che mancava da dieci nel futsal italiano. Prima solo il Prato (2002) e la Luparense (2008) ci erano riuscite.

Finisce 4 a 1 contro un Napoli tosto e come sempre organizzato e di qualità. Ma questa volta i nerazzurri cancellano il ko di campionato e costringono i partenopei a inseguire per tutto il match.

L’inno di Mameli apre la serata di un PalaSantaFilomena stracolmo e pieno d’entusiasmo. Il presidente della Divisione Calcio a cinque, prima del calcio d’inizio, consegna la Panchina d’oro del futsal italiano a Tino Pérez, sommerso dall’applauso del pubblico, anche quello di fede napoletana.

Scene di uno spettacolo annunciato. Marin ha recuperato tutto il roster e parte forte, creando la prima palla gol della partita con Jelovcic, liberato al tiro da Wilhem, dopo 1’. La risposta di Lima dopo 2’10’’ scalda i cuori nerazzurri sugli spalti.

Dopo 3’ e mezzo, Pérez ruota tutto il quartetto. C’è Lukaian che arringa la folla con il suo pressing forsennato che per poco non sblocca la partita la 4’. La sua però è una scossa. Quaranta secondi dopo infatti De Luca stende Coco sui dieci metri: giallo e punizione golosa per Cuzzolino. Il sinistro de Dios calcia in porta e buca la difesa del Napoli: 1-0.

L’AcquaeSapone perde palla in attacco e rischia all’8’ sulla ripartenza di Salas sulla destra, Mammarella deve esaltarsi con una parata delle sue. Il meglio del Napoli si vede sempre quand’è in campo il tandem Wilhem-Salas, il primo autoritario e pulito nell’impostazione, il secondo frenetico nel pressing. Al 10’ altra chance partenopea con un diagonale che sfiora il palo.

Nel momento migliore del Napoli, Coco risveglia i suoi con un gran sinistro. Ma è ancora il Napoli a premere e a sfiorare il pari con Salas. Si allunga la squadra di Marin e viene fulminata. Pérez lancia Ercolessi nel finale di tempo e proprio il difensore veneto, in società con uno straripante Cuzzolino, insacca il 2 a 0 (15’33’’) nella porta lasciata vuota da Molitierno in uscita disperata. I partenopei calano nel finale e commettono ingenuamente quinto e sesto fallo. Tiro libero a 20’’ dalla sirena: Cuzzolino preciso, spietato, perfetto. Fa 3-0.

Guai a pensare che sia finita. Un tempo nel futsal equivale ad un viaggio nello spazio e ritorno: una vita. I nerazzurri adesso giocano in fiducia, ma non devono commettere l’errore di sentirsi già sul palco a ritirare il premio. A 15’ dalla sirena Marin inizia a giocare con De Luca portiere di movimento per riaprirla. Bisogna chiuderla.

L’avvertimento è firmato De Luca all’8’: destro di prima che Mammarella scaccia dall’angolino. Il portiere padrone di casa a Chieti fa esplodere il palazzetto al 10’ salvando un gol fatto e rimediando ad una leggerezza di De Oliveira. Il grande sforzo del Napoli si trasforma in gol a 7’ dalla conclusione: spunto di Rubio, palla a Jelovcic smarcato, piattone per il 3-1. Si continua a giocare 5 contro 4, manovra che gli ospiti fanno bene, pur rischiando qualcosa con la porta vuota. Cuzzolino va vicino al poker a 3’ e mezzo dalla fine: il suo lungo rasoterra accarezza il palo. A mettere fine alle sofferenze del finale ci pensa Lima: palla recuperata da terra e trasformata nel pallonetto da metà campo del 4 a 1. La festa può iniziare: l’AcquaeSapone Unigross chiude lo storico triplete del 2018 con scudetto, Coppa Italia e Supercoppa.

ACQUAESAPONE UNIGROSS – LOLLO CAFFE’ NAPOLI 4-1 (p.t. 3-0)

ACQUAESAPONE UNIGROSS: Mammarella, Ercolessi, Lima, Casciano, Cuzzolino, Murilo, Calderolli, Lukaian, De Oliveira, Fiuza, Bertoni, Coco Wellington, Avellino, Jonas. All. Pérez.

LOLLO CAFFE’ NAPOLI: Molitierno, Wilhem, De Luca, Duarte, Salas, Rubio, Jelovcic, Moccia P., Cesaroni, Mancha, Peric, Amirante, Moccia G., Bellobuono. All. Marin.

ARBITRI: Chiariello di Barletta, Loddo di Reggio Calabria, Campi di Ciampino, crono Palombi di Avezzano.

MARCATORI: nel p.t. 4’41’’ e 19’41’’ Cuzzolino (A), 15’33’’ Ercolessi (A); nel s.t. 12’27’’ Jelovcic (N), 18’06’’ Lima (A).

NOTE: espulsi ; ammoniti De Luca (N), Lukaian (A), Wilhem (N), Molitierno (N), Duarte (N), Cuzzolino (A), Lima (A).

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.