Acqua&Sapone Unigross di nuovo sul podio: poker alla Feldi e 2° posto

Mammarella esulta: suo il quarto gol contro la Feldi Eboli (Lattanzio)

Campani avanti nel primo tempo, poi la grande reazione dei nerazzurri: 4-1

Basta un gran secondo tempo per ribaltare la Feldi Eboli e riprendere quota in classifica. L’Acqua&Sapone Unigross cancella il ko interno contro il Rieti e i tentennamenti di Ostia, giocando una delle migliori partite della stagione contro i campani: 4 a 1 e secondo posto in attesa dei recuperi del Pesaro. E venerdì prossimo, ancora in casa (ore 17), arriverà il Meta Catania capolista con due punti di vantaggio.

La partita nasce male: Calderolli non trova la porta al 3’, sul ribaltamento Boaventura si ritrova da solo davanti a Mammarella e non fallisce per il vantaggio della Feldi.

L’Acqua&Sapone Unigross di rabbia prova subito a pareggiare. Debutta Dudù (ottima prestazione per il 23enne difensore) e si fa notare per la qualità di passaggio e il temperamento. I nerazzurri costruiscono una palla limpidissima, ma il pallonetto si stampa sull’incrocio e Gui ribatte alto da due passi nonostante la porta sia vuota. La scena si ripete prima di metà tempo, con Jonas che spreca un altro tap in a due metri dalla linea di porta. Manca anche un pizzico di fortuna ai nerazzurri, come in occasione del palo clamoroso di Gui a 8’ dall’intervallo. Nel finale, Mammarella s’immola sul piattone ravvicinato di Bagatini e salva i suoi.

Inizio di ripresa a tutta forza della squadra di Bellarte, che chiude i campani davanti alla porta di Laion per cambiare la storia della partita. Ci vogliono quattro minuti, ma poi si scatena la furia nerazzurra. Calderolli punisce Laion in un errore di piazzamento tra i pali al 4’: sinistro a giro sotto l’incrocio per l’1 a 1 che infiamma il pubblico di casa. Continuano a premere Coco e compagni e in meno di due minuti la ribaltano: serie di rimpalli sugli sviluppi di un angolo, la palla schizza all’indietro sui piedi di Murilo che col sinistro demolisce la porta della Feldi e fa esplodere il Palarigopiano: 2-1. Momento di difficoltà per gli ospiti, che non riescono a ritrovare il filo del match e una fase difensiva efficace. Come in occasione del pallone profondo per Jonas, sul quale Laion esce con i tempi sbagliati causando un evitabile rigore. Lo stesso numero 20 dal dischetto non fallisce e arrotonda. A 5’ dalla fine, Cipolla ci prova con Tres portiere di movimento, ma non produce effetti per la porta di Mammarella che, anzi, si toglie lo sfizio di segnare il 4 a 1 finale nella porta vuota.

ACQUA&SAPONE UNIGROSS – FELDI EBOLI 4-1 (p.t. 0-1)

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Mammarella, Houenou, Patricelli, Liviero, Murilo, Calderolli, Jesulito, Gui, Mambella, Coco Wellington, Jonas, Nicolodi, Rocha, Dudù. All. Bellarte.

FELDI EBOLI: Laion, Romano, Ercolessi, Fornari, Tres, Spisso, Fiuza, Saponara, Boaventura, Mancha, Bagatini, Poletto, Caponigro, Glielmi. All. Cipolla.

ARBITRI: Cursi di Jesi, Zanfino di Agropoli, crono Malandra di Avezzano.

MARCATORI: nel p.t. 3’38’’ Boaventura (F); nel s.t. 4’33’’ Calderolli (A), 6’18’’ Murilo (A), 11’37’’ Jonas (A, rig.), 19’56’’ Mammarella (A).

NOTE: spettatori 1.000 circa; ammoniti Gui (A), Poletto (F), Boaventura (F), Dudù (A), Laion (F), Mancha (F), Romano (F).

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.