Prima vittoria in campionato: poker di Nicolodi stende un ottimo Petrarca (7-4)

Avellino esulta con Nicolodi dopo aver realizzato il gol del 5 a 4

In partita fino a pochi minuti dalla fine la matricola veneta, decisivo il 5-4 di Avellino

L’Acqua&Sapone Unigross vince la prima partita al Palarigopiano contro la neopromossa Italian Coffee Petrarca (7-4), trascinata dal poker di Douglas Nicolodi.

Nei quintetti iniziali c’è subito una sorpresa: debutto assoluto in serie A per il 2001 Alessandro Fior tra i pali nerazzurri per sostituire Mammarella, con Avellino, Jonas, Coco Wellington e Nicolodi. Il Petrarca invece punta sullo zoccolo duro e sulla qualità con Moretti, l’ex di turno Delpizzo, Dudu Costa, Alba e lo spagnolo Revert Cortes.

Inizio forte dei padroni di casa con il vantaggio di Nicolodi, che rispetta le promesse della vigilia e apre la stagione al Palarigopiano dopo poco più di un minuto. Occhio però a questo Petrarca: nel giro di tre minuti la squadra di Giampaolo confeziona una clamorosa remuntada, portandosi sul 2 a 1 con le prodezze di Alba e Urio. Si ricomincia daccapo e Jesulito e ancora Nicolodi, rovesciano ancora una volta il punteggio. Si va all’intervallo in vantaggio (3-2), ma la partita è tutta da giocare nella ripresa.

La conferma arriva dopo tre minuti, quando Dudu Costa s’avventa su una palla vagante al limite dell’area e con il destro firma il 3 a 3. La maledizione continua anche dopo il 4 a 3, firmato come sempre da super Nicolodi. Una manciata di secondi e Revert Cortes firma il nuovo pareggio. Sembra una serata storta, ma la squadra del presidente Barbarossa continua a macinare palloni nella metà campo avversaria, puntando ora sulla stanchezza che affiora in casa Petrarca. Quando Avellino fa tutto da solo sulla destra e in diagonale firma lo splendido gol del 5 a 4, mettendo il sigillo ad una prestazione stratosferica. Il Petrarca adesso non ne ha più, ci prova con generosità, ma crolla sotto la bomba di Nicolodi a un minuto dalla fine: poker del folletto di Mormaço che chiude la partita. Anche il rosso di Urio facilita la missione adesso. Sul 6 a 4 Giampaolo ci prova con il portiere di movimento e Coco Wellington approfitta per chiudere i conti sul 7 a 4.

Martedì prossimo a Roma contro la Cybertel Aniene l’occasione per confermarsi e salire ulteriormente in classifica.

ACQUA&SAPONE UNIGROSS – ITALIAN COFFEE PETRARCA 7-4 (p.t. 3-2)

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Fior, Houenou, Patricelli, Liviero, Murilo, Calderolli, Jesulito, Gui, Mambella, Coco Wellington, Avellino, Jonas, Nicolodi, Rocha. All. Bellarte.

ITALIAN COFFEE PETRARCA: Moretti, Dudu Costa, Del Pizzo, Alba, Revert Cortes, Lo Buglio, Tidu, Cividini, Bargellini, Dè, Urio, Mustafov, Disarò, Vitale. All. Giampaolo.

ARBITRI: Acquafredda di Molfetta e Minichini di Ercolano, crono Di Nicola di Pescara.

MARCATORI: nel p.t. 1’16’’ Nicolodi (A), 3’14’’ Alba (P), 4’36’’ Urio (P), 6’21’’ Jesulito (A), 7’22’’ Nicolodi (A); nel s.t. 3’07’’ Dudu Costa (P), 7’ Nicolodi (A), 12’ Revert Cortes (P), 16’ Avellino (A), 19’ Nicolodi (A), 19’55’’ Coco Wellington (A).

NOTE: espulsi Urio (P) per doppia ammonizione; ammoniti Delpizzo (P), Gui (A), Urio (P).

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.