L’AcquaeSapone Unigross pareggia nel big match contro il Pesaro: 3-3

Jonas esulta dopo il 2-0

De Oliveira, Jonas e Coco Wellington a segno, ma i marchigiani rimontano nei 4′ finali

Spettacolo puro al PalaSantaFilomena: finisce 3 a 3 la supersfida della quinta giornata. Risultato giusto per quello che si è visto nei 40’, ma l’AcquaeSapone Unigross si mangia le mani per un successo che aveva in pugno a 4’ dalla sirena sul 3 a 1. L’ansia di chiuderla anticipatamente gioca un brutto scherzo a Murilo e compagni, che intanto proseguono il cammino in cima alla classifica ancora imbattuti.

Prima del fischio d’inizio, la società nerazzurra ha premiato i tre abruzzesi campioni del mondo con la Nazionale italiana Fisdir di futsal Francesco Leocata (vincitore anche nel basket), Simone Di Giovanni e Matteo Simoni: ai tre atleti è stata donata la medaglia dello Scudetto 2017/2018.

Murilo, Bertoni, Coco Wellington, De Oliveira con Mammarella tra i pali: è questo il quintetto di partenza di Pérez. Si gioca da subito a ritmi vertiginosi e con grande agonismo. I nerazzurri cercano da subito imbucate centrali e sbloccano il match dopo 3’ con un’azione tutta di prima, finalizzata sul secondo palo da De Oliveira. Ercolessi vicino al raddoppio pochi secondi dopo sul corridoio inventato Jonas, Miarelli esce e sporca il pallonetto del difensore veneto. Pérez muove tutti gli uomini a disposizione in panchina, tenendo fermo il solo Avellino per precauzione (e rinunciando dal 5’ a Ercolessi che accusa un fastidio dietro la coscia).

Le geometrie di Coco sono lame sul parquet del PalaSantaFilomena: all’8’ l’assist che manda Jonas a segnare il raddoppio è meraviglioso. Poi il folletto di Blumenau ci aggiunge la poesia di una finta che manda fuori dal campo Borruto e il tocco di destro imparabile per Miarelli. Il Pesaro sembra non riuscire a lasciare un segno sulla partita, si affida soprattutto alle fiammate di Borruto. E l’argentino ci mette poco a far capire il perché: al primo pallone vagante, si libera e con la punta del piede destro trova l’angolino che sorprende Mammarella al 16’. Partita riaperta. Anche grazie a Miarelli che salva dki nuovo su Jonas al 19’. A un secondo dalla sirena anche il numero 20 s’avventa su Miarelli e rimpalla il rinvio del portiere verso la porta pesarese: palla fuori di qualche millimetro.

La partita resta in bilico, com’è normale che sia vista l’infinita qualità dei protagonisti della serata su entrambi i fronti.

Mammarella decisivo al 3’ con i piedi sull’azione insistente dei marchigiani. Trenta secondi dopo la traversa dice no a Taborda. E’ sempre il numero uno abruzzese a dire no al Pesaro dopo 6’30’’, 8’35’’ e 9’ (ancora con Borruto). La squadra di Colini cerca con il pareggio con tutte le sue energie, mettendo alle corde i nerazzurri per oltre dieci minuti. Sfogato l’impeto, si abbassa mentre il cronometro scorre verso la sirena finale. Ci vorrebbe una giocata d’esperienza per mandare al tappeto Caputo e compagni. Chi può farla? Il direttore d’orchestra, Coco Wellington: s’avvinghia su Mateus, ultimo, gli ruba la palla e fulmina Miarelli dal limite. Mancano 4’ e il Pesaro torna in campo subito con Honorio portiere di movimento. I marchigiani non muoiono mai e trovano il pari 36’’ al 17’ Il solito Borruto accorcia le distanze ma è Salas a costruire il gol. Qualche attimo dopo l’ex capitano della Luparense, Honorio, concretizza un batti e ribatti nell’area nerazzurra. Ora è Pérez a giocarsela con Calderolli portiere di movimento nei 2’ che restano. Jonas vicino al gol vittoria a 1’20” dalla fine: esterno della rete. Finisce in parità, ma questa sfida farà divertire ancora a lungo gli amanti del futsal.

ACQUAESAPONE UNIGROSS – ITALSERVICE PESARO 3-3 (p.t. 2-1)

ACQUAESAPONE UNIGROSS: Mammarella, Ercolessi, Lima, Casciano, Cuzzolino, Murilo, De Oliveira, Fiuza, Miraglia, Bertoni, Coco Wellington, Jonas. All. Pérez.

ITALSERVICE PESARO: Miarelli, Tonidandel, Caputo, Fortini, Salas, Honorio, Borruto, Taborda, Mateus, Polidori, Micoli, Borea, Elenilson, Gentiletti. All. Colini.

ARBITRI: Manzione di Salerno, Micciulla di Roma2, Malandra di Avezzano, crono Palombi di Avezzano.

MARCATORI: nel p.t. 3’11’’ De Oliveira (A), 8’20’’ Jonas (A), 15’56’’ Borruto (P); nel s.t. 14’52’’ Coco Wellington (A), 17’18’’ Borruto (P), 17’54’’ Honorio (P).

NOTE: espulsi ; ammoniti Coco Wellington (A), Borruto (P), Mateus (P), Honorio (P).

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.