Acqua&Sapone Unigross sull’ottovolante: 2-6 a Padova per l’8a vittoria di fila

Gui e Jonas esultano (Lattanzio)

Ottovolante Acqua&Sapone Unigross. La squadra di Bellarte passa anche a Padova – 6 a 2 sull’Italian Coffee Petrarca – e centra l’ottava vittoria consecutiva in campionato. E’ record nella storia del club della famiglia Barbarossa in queste dieci stagioni di serie A. In attesa della trasferta del Pesaro a Mantova, Mammarella e compagni si godono il primato solitario ritrovato in classifica.

Coco Wellington dipinge come sempre futsal d’autore per Gui che sul secondo palo è implacabile. Vantaggio nei primi due minuti e segnale sulla partita. Il Petrarca è colto di sorpresa dalla pressione forte dei nerazzurri, si allunga e si fa punire ancora al 3’: Gui questa volta avvia l’azione, Murilo la rifinisce e Calderolli con il destro basso angolato fa 2 a 0. Sembra tutto facile, invece il Petrarca guadagna una punizione in attacco e la trasforma, grazie ad una deviazione, nel gol dell’1-2 con Dudu Costa.

Gui è sempre l’incubo dei portieri. Il pivot vicino al tris a metà tempo con una girata improvvisa sul destro, Moretti pronto ad alzare sopra la traversa. La squadra di casa, però, è viva ed è temibile sui calci piazzati. Ancora una volta letali. Cividini servito sul sinistro fa calcia di prima e trova una traiettoria difficile da decifrare per Mammarella. E arriva il 2-2 prima che inizi il secondo quarto di gara. Nessuno shock in casa nerazzurra. Murilo pesca ancora Gui sulla corsia centrale, il numero 11 anticipa il difensore e va in porta quasi con il pallone per il 2-3. L’ex Fundao sale a quota 17 in classifica marcatori.

Se nel primo tempo, Coco aveva spaccato la partita con un assist, nella ripresa il “direttore d’orchestra” fa anche meglio: con un sinistro secco e angolato fulmina Moretti dopo 2’ e porta sul 2-4 i nerazzurri. Questa volta per il Petrarca è una batosta, perché le gambe non girano più come prima. Jonas al 6’ firma il quinto gol con un bel destro angolato a chiusura di una ripartenza in campo aperto e mette un mezzo sigillo alla partita (11° gol del genio di Blumenau). Il cronometro scorre veloce con i veneti che faticano a ritrovare il passo, mentre Murilo e compagni rallentano per gestire il vantaggio. Nel finale, Petrarca con Dudu Costa portiere di movimento, ma senza costrutto, tanto che a 3’ dalla sirena il coach di casa cambia e ci prova con Alba in maglia arancione. C’è, anzi, una traversa e poi il sesto gol di Calderolli che chiude la serata. Ora poco tempo per recuperare: martedì si gioca di nuovo, al Palarigopiano, contro la Cybertel Aniene.

ITALIAN COFFEE PETRARCA – ACQUA&SAPONE UNIGROSS 2-6 (p.t. 2-3)

ITALIAN COFFEE PETRARCA: Moretti, Dudu Costa, Delpizzo, Alba, Vitale, Beretta, Cividini, Bargellini, Schacker, Zanellati, Disarò, Nicolazzi, Superbo, Sardella. All. Giampaolo.

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Mammarella, Murilo, Dudu, Coco Wellington, Gui, Mambella, Patricelli, Liviero, Calderolli, Avellino, Jonas, Nicolodi, Rocha, Fior. All. Bellarte.

ARBITRI: Beneduce di Nola, Bensi di Grosseto e Volpato di Castelfranco Veneto, crono Mezzarobba di Padova.

MARCATORI: nel p.t. 1’40’’ e 10’03’’ Gui (A), 3’ Calderolli (A), 5’ Dudu Costa (P), 9’10’’ Cividini (P); nel s.t. 1’50’’ Coco Wellington (A), 6’19’’ Jonas (A), 19’ Calderolli (A).

NOTE: spettatori 300 circa; espulsi ; ammoniti Avellino (A), Gui (A), Cividini (P), Schacker (P).

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.