AcquaeSapone Unigross ko a Napoli: rivincita di Marin su Pérez (3 a 1)

De Oliveira a segno a Napoli

Napoli si conferma campo tabu: al PalaCercola arriva la prima sconfitta della stagione per i nerazzurri. Finisce 3 a 1 per la squadra di Marin: il tecnico napoletano si prende la rivincita dopo aver perso lo scudetto contro Pérez lo scorso giugno.

Fuori Ercolessi per un problema muscolare (rientrerà nell’Elite Round di Champions), dentro il recuperato Avellino. Non c’è ancora spazio per il ritorno di Lukaian sul parquet: Pérez lo rilancerà martedì in Coppa della Divisione. Tra i pali, esordio assoluto in gare ufficiali per Miraglia, Mammarella in panchina.

Primo tempo marchiato AeS con Jonas e soci a fare la partita e gli avversari schiacciati per lunghi tratti a difendere la porta di Molitierno, il migliore dei suoi nei primi 20’.

Il Napoli si salva all’11’ sul diagonale di Jonas che diventa un assist per De Oliveira: sulla linea di porta c’è Wilhem a dire di no. Passano pochi secondi e Calderolli perde un brutto pallone in uscita, Salas viene fermato da Miraglia al limite dell’area. Forcing dopo 13’ dei nerazzurri, che costringono Molitierno a non distrarsi nemmeno per un istante sulla serie di laterali e angoli in attacco di Murilo e compagni. Il portiere partenopeo vola sul destro dalla distanza di Lima al 15’. Al 16’ ancora Molitierno provvidenziale su De Oliveira, servito al limite dell’area da Cuzzolino. Prima della pausa, Miraglia esce con il tempo giusto su Mancha evitando il vantaggio del Napoli. Ma è ancora il collega napoletano a esaltarsi ad un minuto dalla sosta.

Nella ripresa, arriva il premio all’ottimo primo tempo: lo sfondamento centrale di Bertoni viene stoppato dal portiere, ma ribadito nell’angolino da De Oliveira, spietato come nei giorni scorsi in Nazionale.

Pérez dà spazio anche ad Avellino, mentre il Napoli deve uscire e alzare i giri del motore per rientrare in partita. Dopo 5’ Duarte con una ripartenza solitaria e un tocco d’esterno mette paura ai nerazzurri, poi Peric servito ancora dall’ex Marca e Asti di piatto non trova la porta.

Tocco morbido da due passi di Lima, Molitierno ci mette ancora una pezza. Decisiva questa volta. Perché è il momento caldo del match per gli uomini di Marin. Il baby spagnolo Rubio è lo SpaccaNapoli: un in minuto ribalta il match con due numeri da fenomeno e una difesa troppo leggera dei ragazzi di Pérez. I minuti corrono velocissimi e bisogna affrontare lo svantaggio: il coach a 5’ dalla fine gioca con il portiere di movimento per riprenderla. Manca lucidità e freddezza, che invece non sono difetti del Napoli di oggi: Peric a 3’ dalla sirena mette il sigillo al match con il 3-1. De Oliveira a 30’’ dalla sirena regala a Molitierno l’ultima parata del match da pochi centimetri.

LOLLO CAFFE’ NAPOLI – ACQUAESAPONE UNIGROSS 3-1 (p.t. 0-0)

LOLLO CAFFE’ NAPOLI: Molitierno, Wilhem, De Luca, Duarte, Salas, Rubio, Alemao, Baron, Moccia P., Cesaroni, Mancha, Peric, Moccia G., Bellobuono. All. Marin.

ACQUAESAPONE UNIGROSS: Miraglia, Lima, Murilo, De Oliveira, Bertoni, Coco Wellington, Jonas, Cuzzolino, Calderolli, Avellino, Jonas, Casciano, Iervolino, Mammarella, Fiuza. All. Pérez.

ARBITRI: Dario Pezzuto (Lecce), Vincenzo Sgueglia (Civitavecchia). CRONO: Michele Iannone (Nocera Inferiore).

MARCATORI: nel s.t. 1’45’’ De Oliveira (A), 9’ e 10’ Rubio (N), 17’ Peric (N).

NOTE: espulsi; ammoniti Miraglia (A), Peric (N), De Oliveira (A).

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.