La tripletta di Gui vale tre punti pesanti sul campo del Lido di Ostia: 3-4

La tripletta di Gui salva i nerazzurri contro il Lido di Ostia

Nerazzurri a fatica contro la matricola: il pivot ribalta tutto a 11” dalla sirena

L’incornata del Toro Gui a 11’’ dalla sirena permette all’Acqua&Sapone Unigross di portare via tre punti da Ostia e risalire qualche posizione in classifica. Il pivot brasiliano firma una tripletta nel 3-4 dei nerazzurri al PaladiFiore e permette ai suoi di riposizionarsi al quarto posto, anche se dietro c’è il Pesaro con un punto di ritardo e due gare ancora da recuperare.

Contro la neopromossa di Matranga, Murilo e soci comandano per diversi minuti, forti di un maggior tasso tecnico, ma non trovano lo spiraglio per sbloccare la partita. A metà tempo, quando il forcing si affievolisce, gli ostiensi rischiano di passare in vantaggio con Gattarelli, ma Mammarella alza il muro e salva i suoi.

La migliore occasione nerazzurra al 12’ con il sinistro di Nicolodi sporcato da Esposito che sbatte sul palo. Ora i padroni di casa rispondono a tono ai tentativi avversari: il sinistro di Rocha costringe Mammarella a distendersi in tuffo. Il portierone della Nazionale deve ripetersi anche sul mancino di Motta.

A 5’ dalla pausa, Mammarella deve uscire proprio su Motta lanciato in porta: un tocco di troppo ed è rigore. Raul Rocha segna dal dischetto e porta avanti i suoi tra gli applausi del PaladiFiore. Il portiere nerazzurro però è fondamentale su Barra qualche attimo dopo ed evita il raddoppio. Prima della pausa, assalto orgoglioso di Coco e compagni fino al pareggio strappato sulla sirena da Gui. Nella ripresa, Gui si sbatte per ribaltare la partita, ma è ancora Mammarella il protagonista: al 4’ parata super su Motta lanciato verso la porta. Nicolodi un minuto dopo si mette in proprio e di sinistro ribalta il match. Si arriva all’ultimo quarto di gara e la stanchezza dei due quintetti rende il finale sempre più incerto. I locali premono e ci credono, trovando un meritato pareggio con Motta a 5’ dalla sirena finale. Nel finale, solito portiere di movimento nerazzurro (Jesulito), ma ad approfittarne è il Lido: Rocha firma il sorpasso nella porta vuota. Nell’ultimo minuto, però, esplode la rabbia di Gui: doppietta tanto bella quanto pesante e decisiva per sbancare il PaladiFiore. Ma che fatica.

TODIS LIDO DI OSTIA: Di Ponto, Gattarelli, Motta, R. Rocha, Barra, Esposito, Schacker, Adamo, Giampaolo, Rengifo, Marcio, Lutta, Cerulli. All. Matranga.

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Mammarella, Houenou, Patricelli, Liviero, Murilo, Calderolli, Jesulito, Gui, Mambella, Coco Wellington, Nicolodi, W. Rocha. All. Bellarte.

ARBITRI: Manzione (Salerno), Tariciotti (Ciampino), Gentile (Roma 1), crono Carradori (Roma 1).

MARCATORI: nel p.t. 14’37’’ R. Rocha (O, rig.), 19’19’’ Gui (A); nel s.t. 5’ Nicolodi (A), 18’30’’ R. Rocha (O), 19’20’’ e 19’49’’ Gui (A).

NOTE: ammoniti Mammarella (A), Gattarelli (O), R. Rocha (O).

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.