Gara5 si giocherà sabato prossimo, 15 giugno, al Palaroma di Montesilvano

La formazione che ha vinto a Pesaro in gara4 con i 150 tifosi nerazzurri

Cambiano data e orario (21) della finalissima scudetto tra i nerazzurri e il Pesaro

Lo scudetto si assegnerà in gara5 al Palaroma di Montesilvano sabato prossimo, 15 giugno, alle 21. Dopo aver pareggiato la serie vincendo a Pesaro domenica sera, l’AcquaeSapone Unigross riporta in casa le finali tricolori per l’ultima, decisiva battaglia.

Saranno i 40’ che chiuderanno la stagione, i più importanti, i più seguiti di sempre. La squadra del presidente Barbarossa cerca il secondo titolo consecutivo della sua storia, i marchigiani il primo in assoluto.

Per entrambe, sarà una partita da consegnare alla storia. Come una finale secca, sarà imprevedibile e aperta ad ogni risultato. Ma i nerazzurri di Tino Pérez, dopo aver consegnato già due delle quattro partite agli avversari, non vogliono steccare per chiudere alla grande una stagione, già impreziosita da Supercoppa e Coppa Italia, che potrebbe consegnarli alla leggenda di questo sport, non solo a livello nazionale.

Pérez ritroverà Avellino e Coco Welligton, al rientro dopo la squalifica che li ha tenuti fuori in gara4. Devo ringraziare tutti i miei giocatori per la partita giocata a Pesaro domenica scorsa”, ha detto ieri. “Adesso siamo arrivati alla finalissima, una partita in cui tutto può succedere”.

La sede è già intasata da mail e telefonate per la richiesta di biglietti per l’attesissima gara5 di sabato. Il prezzo del biglietto è di 5 euro, entro domattina la società comunicherà le modalità di acquisto ai tifosi.

Il sold out è certo, anzi sarà certo che in tantissimi faranno fatica a trovare un tagliando d’ingresso (vanno considerati quelli riservati agli ospiti, alla dirigenza e agli sponsor del club) e dovranno accontentarsi di seguire la partitissima in diretta su Sky Sport.

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.