AcquaeSapone Unigross in visita ai bambini della Capanna di Betlemme di Chieti

La delegazione nerazzurra in visita alla Capanna di Betlemme a Chieti

Mister Pérez e alcuni giocatori festeggiano la Pasqua con i piccoli ospiti

I campioni dell’AcquaeSapone Unigross regalano le uova di Pasqua ai bambini della Capanna di Betlemme, la casa di accoglienza gestita dall’associazione comunità Papa Giovanni XXIII.

Gli atleti che hanno recentemente trionfato nella coppa Italia di futsal, guidati dal portiere Stefano Mammarella, teatino doc e numero uno anche della Nazionale italiana, hanno regalato un pomeriggio diverso agli ospiti della struttura che si trova nel cuore del centro storico di Chieti, dove sono accolte circa sessanta persone.

È stata dunque ripetuta l’iniziativa dello scorso anno. I calciatori hanno portato in dono uova di Pasqua per tutti e bottiglie di spumante per i più grandi, ma anche abiti, scarpe, prodotti per l’igiene personale e un pallone e una maglia con le firme di tutti i protagonisti della squadra. Nelle prossime settimane, in occasione di una partita casalinga dell’AcquaeSapone, i bimbi della Capanna di Betlemme saranno ospiti sugli spalti del palasport di Santa Filomena.

La casa di accoglienza e la squadra di calcio a 5 stanno pensando anche ad altre iniziative finalizzate soprattutto alla raccolta di generi alimentari. “Siamo felicissimi di poter dare una piccola mano a questa realtà”, hanno detto Mammarella e i suoi compagni di squadra. “Ai bambini abbiamo ricordato l’importanza della solidarietà e dello spot, fondamentale per una crescita all’insegna di principi sani”. Nelle scorse settimane una delegazione dell’AcquaeSapone era già stata in città nell’ambito di un progetto nelle scuole.

Articolo pubblicato sull’edizione odierna del quotidiano Il Centro in cronaca di Chieti

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.