Acqua&Sapone Unigross, 11 vittorie di fila in serie A come il Prato di Velasco

La squadra e il presidente Barbarossa assieme ai ragazzi del fan club Mammarella di Velletri (Lattanzio)

Il successo sul Sandro Abate davanti agli amici del fan club Mammarella di Velletri

Bellarte come Velasco: 11 vittorie consecutive nella regular season serie A di futsal italiana non si vedevano dalla stagione 2000/2001, quando il Prato del coach spagnolo infilò la serie d’oro per poi andare a fare il primo triplete della storia italiana. Il record di tutti i tempi però lo detiene la Roma con le sue 13 vittorie nel 2002/2003.

L’Acqua&Sapone Unigross, però, adesso più che ai record pensa alla settimana di fuoco che l’attende. Prossima tappa, ancora al Palarigopiano, martedì prossimo, 11 febbraio, alle 20, contro la Came Dosson degli ex Bertoni e Schiochet, senza Calderolli, in odore di squalifica dopo il doppio giallo di ieri sera contro la Sandro Abate. Poi ci sarà il posticipo domenicale al PalaNinoPizza di Pesaro, il 16 febbraio alle 18:30, contro l’Italservice campione d’Italia.

Oggi, nel giorno libero concesso dall’allenatore di Ruvo dopo il 2 a 1 ai tosti campani di Batista, la società intende ringraziare di cuore gli amici della Polisportiva Maracanà di Velletri, di Alessandro Pennacchia, per la splendida sorpresa fatta a Stefano Mammarella e alla squadra ieri sera al Palarigopiano: un pullman di giovani tifosi del portierone azzurro è arrivato a Pescara con tanto di t-shirt e striscioni dedicati, a colorare gli spalti e il finale di gara con cori, foto e abbracci per tutti, dal presidente Barbarossa ai giocatori e tutto lo staff. “Un’emozione indescrivibile, grazie agli amici del Maracanà, sono davvero unici”, ha detto Mammarella del suo fan club #ilportierepiùfortedelmondo. Un’amicizia che si rinnoverà il prossimo 29 febbraio a Pomezia, nel quarto di finale di Coppa della Divisione contro la Mirafin.

Orlando D'Angelo
Addetto stampa e responsabile della comunicazione - Acqua e Sapone Futsal
Raccontare lo sport, dal campo o da dietro le quinte, in A o nei dilettanti, nei grandi stadi o nei palazzetti, in Italia o in qualsiasi altra parte del mondo. Ovunque rotoli un pallone, regalando emozioni, l’obiettivo è sempre lo stesso: raccontare. Dal 1997 sulle pagine de Il Messaggero, successivamente anche sul Guerin Sportivo, sul Corriere dello Sport e, dal 2009, sulla Gazzetta dello sport. Dal 2010 lavora anche nel futsal: la prima stagione in A2 con l’Adriatica Pescara, dal 2011 è il responsabile della comunicazione dell’AcquaeSapone Unigross Futsal. Con la stessa mission: raccontare lo sport a chi lo ama.